BANDO #CONCILIAMO - FINANZIAMENTO WELFARE AZIENDALE
Il Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei ministri ha pubblicato il bando #Conciliamo, funzionale alla promozione di progetti di conciliazione famiglia-lavoro all’interno delle realtà aziendali. Si tratta di un bando volto a supportare la realizzazione, da parte dei datori di lavoro, di progetti di welfare aziendale su misura per le famiglie dei dipendenti.
BANDO #CONCILIAMO - FINANZIAMENTO WELFARE AZIENDALE SU MISURA
17077
post-template-default,single,single-post,postid-17077,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-7.6.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive
 

BANDO #CONCILIAMO – FINANZIAMENTO WELFARE AZIENDALE SU MISURA

18 Set BANDO #CONCILIAMO – FINANZIAMENTO WELFARE AZIENDALE SU MISURA

 

Il Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei ministri ha pubblicato il bando #Conciliamo, funzionale alla promozione di progetti di conciliazione famiglia-lavoro all’interno delle realtà aziendali.

Si tratta di un bando volto a supportare la realizzazione, da parte dei datori di lavoro, di progetti di welfare aziendale su misura per le famiglie dei dipendenti.

Le domande per accedere al bando vanno inoltrate all’indirizzo conciliamo@pec.governo.it entro le ore 12 del 15 ottobre 2019.

 

Soggetti interessati

Possono presentare domanda di finanziamento le imprese e società cooperative che abbiano almeno 50 dipendenti assunti a tempo indeterminato presso le sedi legali site in Italia.

Possono altresì presentare domanda di accesso i soggetti collettivi, quali consorzi e gruppi di impresa, a condizione che il capofila rispetti il requisito numerico di cui sopra.

Proposte progettuali

Le proposte progettuali, da presentarsi ai fini della partecipazione, devono prevedere azioni, nel contesto dell’ambiente di lavoro e nella relativa organizzazione, che affrontino una o più delle seguenti sfide sociali:

  • crescita della natalità;
  • riequilibrio tra i carichi di cura tra uomini e donne;
  • incremento dell’occupazione femminile;
  • contrasto dell’abbandono degli anziani;
  • supporto della famiglia con disabili;
  • tutela della salute.

 

A titolo esemplificativo, l’Avviso del bando allega alcuni esempi di iniziative in linea con i suddetti obiettivi, tra i quali la banca del tempo, il telelavoro, l’introduzione di permessi o congedi aggiuntivi retribuiti o a condizioni migliorative rispetto alle previsioni di legge, il versamento dei contributi ad orario pieno anche nel caso di lavoro part time, la realizzazione di asili nidi aziendali, specifiche iniziative formative per assenze di lungo periodo, incentivi alla natalità ecc..

A pena di esclusione, la durata delle azioni progettuali è fissata in 24 mesi.

Finanziamento

Il budget stanziato per il bando in esame è pari a 74 milioni di euro, con la previsione di contributi per le aziende che devono essere compresi tra un minimo di 500.000 euro ed un massimo di 1,5 milioni di euro.

Il finanziamento copre l’80% del costo complessivo del progetto.

 

Lo studio rimane a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti.
Distinti saluti.

Studio C.D.L. associati di Sartor Alberto e Trivellato Patrizia

Download PDF