DOMANDA ANF TELEMATICA DAL 1° APRILE 2019 - Studio CDL Padova
consulente del lavoro padova, studiocdl, cdl associati, commercialista padova, unico padova
16997
post-template-default,single,single-post,postid-16997,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-7.6.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive
 

DOMANDA PER ANF SOLO TELEMATICA DAL 1° APRILE 2019

29 Mar DOMANDA PER ANF SOLO TELEMATICA DAL 1° APRILE 2019

 

Si rende noto che, a partire dal 1° aprile 2019, l’Inps richiede la presentazione esclusivamente telematica della domanda per l’assegno per il nucleo familiare, che, quindi, non potrà più essere ricevuta dalla scrivente in formato cartaceo, ma dovrà essere presentata direttamente dai lavoratori all’Istituto di previdenza mediante uno dei seguenti canali:

 

 

  • web, tramite il servizio on-line dedicato, accessibile dal sito www.inps.it, se in possesso di PIN dispositivo, di un’identità SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) almeno di Livello 2 o CNS (Carta Nazionale dei Servizi). Il servizio sarà disponibile dal 1° aprile 2019;
  • Patronati e intermediari dell’Istituto, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi, anche se non in possesso di PIN

 

Le domande già presentate al datore di lavoro fino alla data del 31/03/2019 con il modello “ANF/DIP”, per il periodo compreso tra il 1° luglio 2018 ed il 30 giugno 2019 o a valere sugli anni precedenti, non devono essere riproposte e saranno gestite con le modalità già note. 

Le domande presentate in via telematica saranno istruite dall’Inps per la definizione del diritto e della misura della prestazione familiare richiesta. Il richiedente riceverà esclusivamente gli eventuali provvedimenti di rigetto e potrà visionare l’esito della domanda presentata accedendo con le proprie credenziali alla specifica sezione “Consultazione domanda”, disponibile nell’area riservata.

Gli importi calcolati dall’Inps saranno messi a disposizione del datore di lavoro, che, come prima, provvederà al pagamento in busta paga. Qualora il lavoratore abbia richiesto assegni per il nucleo familiare arretrati, il datore di lavoro potrà pagare al lavoratore esclusivamente gli assegni relativi ai periodi di paga durante i quali il lavoratore è stato alle sue dipendenze.

In caso di variazione nella composizione del nucleo familiare, o nel caso in cui si modifichino le condizioni che danno titolo all’aumento dei livelli di reddito familiare, il lavoratore interessato deve presentare, esclusivamente in modalità telematica, una domanda di variazione per il periodo di interesse, avvalendosi della procedura “ANF DIP”.

Qualora per l’erogazione della prestazione sia richiesta l’autorizzazione agli assegni per il nucleo familiare il lavoratore che presenta la domanda di “ANF DIP” deve comunque presentare la domanda di autorizzazione tramite l’attuale procedura telematica “Autorizzazione ANF”, corredata della documentazione necessaria per definire il diritto alla prestazione stessa. In caso di accoglimento, però, al richiedente non verrà più inviato il provvedimento di autorizzazione (modello “ANF43”), come
finora previsto. In caso di rigetto, invece, sarà inviato al richiedente il relativo provvedimento (modello “ANF58”).

 

L’ufficio del personale è a disposizione per eventuali chiarimenti.
Cordiali saluti.

                                                                                               Studio C.D.L. Associati

                                                                        di Sartor Alberto e Trivellato Patrizia

Download PDF