L'incremento delle aliquote per la gestione separata INPS
consulente del lavoro padova, studiocdl, cdl associati, commercialista padova, unico padova
16764
post-template-default,single,single-post,postid-16764,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-7.6.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive
 

L’INCREMENTO DELLE ALIQUOTE PER LA GESTIONE SEPARATA INPS

18 Set L’INCREMENTO DELLE ALIQUOTE PER LA GESTIONE SEPARATA INPS

INPSNell’ambito delle nuove disposizioni sul lavoro autonomo (L. 81/2017) è stata posta a regime l’indennità di disoccupazione per i lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa (conosciuta come DIS-COLL). Tale indennità, introdotta in via temporanea nel 2015 nell’ambito del Jobs Act, è stata oggetto di proroghe fino all’attuale stabilizzazione. Con il 1° luglio 2017, quindi, i soggetti operanti in qualità di collaboratori coordinati e continuativi avranno tale ammortizzatore, il quale è stato esteso anche ad assegnisti e dottorandi di ricerca con borsa di studio.

A fronte di tali indicazioni, la norma ha tuttavia previsto un’aliquota di finanziamento, da conteggiarsi nella Gestione separata Inps, pari allo 0,51%.

Per questo motivo, con lo scorso 1° luglio, vi è stata una variazione dell’aliquota totale da applicare, per i casi di collaboratori coordinati e continuativi, per gli assegnisti e dottorandi di ricerca con borsa di studio, ma anche, cosa questa assai particolare, per gli amministratori e i sindaci, i quali non hanno diritto all’intervento dell’ammortizzatore sociale. Non sono naturalmente coinvolti, né dalla DIS-COLL né dal conseguente aumento contributivo, i liberi professionisti iscritti alla Gestione separata.

In sintesi, per le ipotesi dei collaboratori e figure assimilate, dal 1° luglio 2017 si possono distinguere
questi 3 tipi di aliquote:

Soggetti privi di altra copertura previdenziale obbligatoria, non pensionati e non titolari di partita Iva e i cui compensi derivano da:
– uffici di amministratore, sindaco o revisore di società,
associazioni e altri enti con o senza personalità giuridica;
– tutte le collaborazioni coordinate e continuative, anche a
progetto, incluse le collaborazioni occasionali;
– dottorato di ricerca, assegno, borsa di studio.
Aliquota del 33,23%, composta da:
– 32,00% aliquota base
– 0,72% aliquota aggiuntiva
– 0,51% nuova aliquota DISCOLL
Soggetti privi di altra copertura previdenziale obbligatoria, non pensionati e non titolari di partita Iva:
– componenti commissioni e collegi;
– amministratori di enti locali;
– venditori porta a porta;
– rapporti occasionali autonomi;
– associati in partecipazione (non ancora cessati);
– medici in formazione specialistica.
Aliquota del 32,72%, composta da:
– 32,00% aliquota base
– 0,72% aliquota aggiuntiva
Soggetti titolari di pensione o provvisti di altra tutela
pensionistica obbligatoria
Aliquota unica 24%

Si ricorda, infine, che il carico contributivo, per i soggetti cui sopra, è per 2/3 a carico del committente e per 1/3 a carico del collaboratore.
L’aliquota del 33,23% si applica ai compensi corrisposti dal 1° luglio 2017. Eventuali sistemazioni relative a compensi corrisposti nei mesi di luglio, agosto e settembre potranno essere effettuate senza conseguenze entro il 16 ottobre 2017, per quanto riguarda i versamenti, o entro il 31 ottobre 2017, per quanto concerne i flussi UniEmens.

Lo studio rimane a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti.
Distinti saluti.

Studio C.D.L. associati di Sartor Alberto e Trivellato Patrizia

Download PDF